CONCERTO PER VIOLINO E PIANOFORTE

DSC_6530

DSC_0951

DSC_1759z

foto gialloesse

Errare è umano e perseverare è diabolico, si dice,  ok sono diabolico allora : perché io insisto.
Bisogna usare la fantasia per mostrare i diversi aspetti della realtà.
Un tentativo di chiarimento è forse d’obbligo. Un soggetto che si muove nelle quattro
dimensioni, le tre spaziali più la quarta temporale, appare completamente dissimile  se osservato
per un tempo che non è quello della nostra percezione oculare perché in quell’intervallo dello spazio-tempo
è quella sua realtà.
Il motivo, il fine ? Mi piacerebbe riuscire a visualizzare il suono.
La foto della tastiera sembra una macchia di luce colorata e assolutamente mossa e fuori fuoco.
Osservata bene però essa mostra un punto di nitidezza in coincidenza delle dita sopra i tasti.
Ecco, le dita non sono sfocate ma mosse, che è cosa diversa. Allo stesso modo, entro la profondità di fuoco,
si trovano il corpo del violino ed il ponticello nella prima immagine, e le corde nella terza foto (la violinista). Stanno suonando,
e per farlo si muovono anche al di fuori della nostra percezione : in un altro spazio tempo appunto. Il suono viene da là.

Annunci

6 thoughts on “CONCERTO PER VIOLINO E PIANOFORTE

  1. “Il suono viene da là.”
    Sì.
    Continua a cercare di visualizzare il suono.
    E’ interessantissimo.
    Grazie.
    🙂 gb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: